s0lvingsecrets:

Made by // S0lvingsecrets
Eravamo insieme, tutto il resto del mondo l’ho scordato.
Walt Withman (via urlandocontro-ilcielo)
Ora,mi sento come se stessi aspettando qualcosa che so non arriverà mai,perchè adoro illudermi e sperare.
C.Bukowski (via ragazzosenzacuore)
Non ho neanche più voglia di respirare
The Shadow Of The Ghost (via the-shadow-of-the-ghost)
unamoremaivissuto:

miricordiilmare:

- miricordiilmare


.

unamoremaivissuto:

miricordiilmare:

- miricordiilmare

.

Il vero problema è che ho visto la parte peggiore di te e l’ho amata come se fosse quella migliore, forse anche di più.
(via emiperdoneisuoiocchi)
yesgameoverworld:

uncuorepienodisassi:

infinitylovele:

unfjxable:

oceanoscuro:

Quante volte l’ho rebloggata. IDDIO.

♡

~💎~


🌻

✈️⚡️

yesgameoverworld:

uncuorepienodisassi:

infinitylovele:

unfjxable:

oceanoscuro:

Quante volte l’ho rebloggata.
IDDIO.

~💎~

🌻

✈️⚡️

irruentoog:

“Ci siamo voluti bene, tanto, ci siamo fatti anche tanto male. Mi hai fatto male, molto male questo è innegabile. Due come noi non riuscivano a stare insieme, ma nemmeno lontani, e faceva così male, ma così male. Io ti aspettavo la notte, aspettavo un tuo messaggio mentre sapevo che tu eri fuori a divertirti. Le volte che aspettavo ma non chiamavi, le volte che dovevamo vederci ma non potevi, le volte che hai scelto tutto tranne me. È il destino di quelli come noi, di quelli che dovrebbero farcela ma poi non ce la fanno. E che alla fine non si sa come, si arrendono e si salutano per sempre.”

irruentoog:

“Ci siamo voluti bene, tanto, ci siamo fatti anche tanto male. Mi hai fatto male, molto male questo è innegabile. Due come noi non riuscivano a stare insieme, ma nemmeno lontani, e faceva così male, ma così male. Io ti aspettavo la notte, aspettavo un tuo messaggio mentre sapevo che tu eri fuori a divertirti. Le volte che aspettavo ma non chiamavi, le volte che dovevamo vederci ma non potevi, le volte che hai scelto tutto tranne me. È il destino di quelli come noi, di quelli che dovrebbero farcela ma poi non ce la fanno. E che alla fine non si sa come, si arrendono e si salutano per sempre.”

irruentoog:

Merda, ci risiamo. Ricordi come pugni nello stomaco. Ricordi di tutto quest’anno, di serate fra amici a sparare cazzate, a cantare sotto un porticato alle quattro di mattina, ricordi che a pensarci fanno male. Quante cose sono cambiate, amori passeggeri, amicizie, liti. Tutto è cambiato nel giro di qualche stronzo mese. Dove ho sbagliato? Ogni sera la domanda fissa è questa, dove cazzo ho sbagliato? Ricordo gl’inizi, la voglia di conoscersi, di scoprire i nostri lati migliori, i peggiori, i mostri che nascondevamo dentro. Ricordo i primi sguardi, i primi sorrisi davanti ad una lettera. Ah se eravamo belli, non eravamo niente, ma eravamo belli.

irruentoog:

Merda, ci risiamo. Ricordi come pugni nello stomaco. Ricordi di tutto quest’anno, di serate fra amici a sparare cazzate, a cantare sotto un porticato alle quattro di mattina, ricordi che a pensarci fanno male. Quante cose sono cambiate, amori passeggeri, amicizie, liti. Tutto è cambiato nel giro di qualche stronzo mese. Dove ho sbagliato? Ogni sera la domanda fissa è questa, dove cazzo ho sbagliato? Ricordo gl’inizi, la voglia di conoscersi, di scoprire i nostri lati migliori, i peggiori, i mostri che nascondevamo dentro. Ricordo i primi sguardi, i primi sorrisi davanti ad una lettera. Ah se eravamo belli, non eravamo niente, ma eravamo belli.

loverespectandweed:

irruentoog:

Il mio pensiero? Beh, quello di ogni sera, cosa succederà? Boh aspetta e vedrai.. 
•Andando avanti, non essendoci più per lui, un po’ gli mancherò? Non penso.. Anche se non è detto..
•Ci tiene davvero ancora a me? Tutto mi fa pensare ad un no, però non riesco a convincermi.. 
•Cosa potrebbe accadere? Magari tornerà..
•E se tornerà? Sarò troppo stupido per fare (almeno per finta anche solo per fargli capire che non deve più sbagliare) quello che vuole i fatti e non le parole..
•E se tornerà, per quale motivo? Beh, c’è ne possono essere solo due: il primo perché si accorgerà che non ha veri amici intorno a lui, almeno da cosa mi diceva lui era così e quindi gli mancherà quell’amico.. L’altro motivo perché magari prova qualcosa per me e non riesci più a tenerlo dentro e starmi lontano..
—
•Non pensi di esserti allargato troppo? No dai.. 
Sei passato dal: non gli manco al dire tornerà.. Cioè ti stai illudendo o sbaglio? Forse non sbagli ma io non butto la mia speranza, quella ci sarà sempre con me.. 
•Cosa pensi che farai tu invece? Beh penso di continuare a starmene sulle mie.. Penso di continuare ad aspettare che succeda qualcosa.. Alla fine cosa posso fare di altro? Nulla, non mi da modo di fare altro, di incontrarlo, di parlargli, di chiamarlo, di scrivergli.. Non mi da modo di fare niente e quindi rimane solo la speranza, quella è un’illusione?
•Non so dirti.. Beh nemmeno io so cosa dirti. 
•Perché ci tieni così tanto? Sai cosa? Sarò sincero, tutto quello che ho scoperto e che mi ha fatto scoprire lui per me sono tutte nuove emozioni, ed era tutto così bello, davvero. Persino il dolore era bello. 
•Cosa ti faceva impazzire di lui? Alla fine il parare degli altri e un abisso difronte al tuo.. Beh, se intendi l’aspetto esteriore, per me lui è la perfezione. Di cosa pensano gli altri a me frega davvero poco. Poi non lo amo di certo per quello, i suoi occhi, quando gli ho guardati mi hanno “fulminato” mi hanno dato quell’imput di guardare dentro, non fermarmi al fuori, non fermarmi hai suoi stupidi comportamenti.. Ho imparato a conoscerlo, a leggere i suoi occhi, a capirlo, a dare una spiegazione a tutto. Ed era facile prima che arrivassimo a questi punti, quando tutto iniziò ad essere più difficile, più confuso, più complicato, ove io non riuscivo a decifrare i suoi gesti.. Mi aveva messo un muro, un muro che non sono riuscito ad abbattere.. A differenza di tutti gli altri questo era forte, resistente.. Sono solo riuscito a togliere giusto due o tre mattonelle, ma non sono bastate per riuscire a capire ed è per questo che forse tutto è così, non ho avuto abbastanza tempo e abbastanza preparazione..
—
•Ed è quel muro che ti blocca adesso? Il muro è il suo scudo, lo scudo che copre tutto quello che lui non vuole essere. Questa penso sia l’unica cosa che sono riuscito a percepire, potrebbe essere dannatamente sbagliata, non ho abbastanza scavato a fondo per dire questo, però è l’unica cosa su cui ora come ora posso basarmi.
Il muro serviva ad allontanarti? Beh, in parte si, lui si è allontanato da me per due motivi, uno perché più sta lontano da me più riesce a nascondere quello che non vuole essere, ma non potrà farlo per sempre se è davvero così.. Il secondo, non penso ci sia un secondo motivo perché poteva essere “per non farmi del male, per aiutarmi a staccarmi da lui” ma non ha senso perché lo sa bene che non sto bene senza lui.
•Pensare così tanto non ti fa male? Cioè, non ti distrugge di più? Alla fine potrebbero solo essere delle illusioni, ne sei cosciente? Si ne sono cosciente, assolutamente! Beh di certo non mi fa benissimo pensare così tanto è vero però mi aiuta, mi aiuta a pormi domande che prima manco immaginavo e così devo impegnarmi a trovare quelle risposte che in alcuni casi possono risolvere tanti dilemmi.. Così posso pensare a come muovermi in futuro.. E non mi distrugge, sono già distrutto, non c’è più niente da distruggere.
—
•Come pensi che andrà a finire? Questa è l’unica domanda a cui forse non riuscirò a trovare una risposta; almeno per ora. Il futuro purtroppo non lo prevedo, non so cosa succederà poi, posso solo immaginare, fare ipotesi, pormi domande, trovare risposte, e cercare di capire come fare a muovermi in tutti i casi possibili in modo da non fallire.. Poi il resto verrà da se, ora voglio dirti una cosa che mi disse il mio educatore al sert, che mi seguiva fino alla scorsa settimana, prima di farmi passare ad uno psicologo, “Non farti castelli, non progettare niente, perché succede sempre che ti concentri sempre su cosa hai progettato e va a finire che anche una singola parola potrebbe smontare tutto il progetto e lasciarti li senza sapere che fare, senza forze, perché progettare, toglie energie e in quel momento non avrai abbastanza per girare la situazione. Quindi non progettare sempre perché nella vita nulla sarà mai sotto controllo, lascia che le cose vengano da se, naturali, e sii spensierato e sciolto, sarà tutto più facile da affrontare e avrai maggiori energie.” Devo dire che ha ragione.. Penso che a parte queste riflessioni, domande, pensieri notturni non andrò oltre, ho bisogno di conservare quel briciolo di senno rimasto in me, per poi riuscire ad affrontare cosa mi si poserà difronte al momento idilliaco..

La mia storia praticamente..

loverespectandweed:

irruentoog:

Il mio pensiero? Beh, quello di ogni sera, cosa succederà? Boh aspetta e vedrai..
•Andando avanti, non essendoci più per lui, un po’ gli mancherò? Non penso.. Anche se non è detto..
•Ci tiene davvero ancora a me? Tutto mi fa pensare ad un no, però non riesco a convincermi..
•Cosa potrebbe accadere? Magari tornerà..
•E se tornerà? Sarò troppo stupido per fare (almeno per finta anche solo per fargli capire che non deve più sbagliare) quello che vuole i fatti e non le parole..
•E se tornerà, per quale motivo? Beh, c’è ne possono essere solo due: il primo perché si accorgerà che non ha veri amici intorno a lui, almeno da cosa mi diceva lui era così e quindi gli mancherà quell’amico.. L’altro motivo perché magari prova qualcosa per me e non riesci più a tenerlo dentro e starmi lontano..

•Non pensi di esserti allargato troppo? No dai..
Sei passato dal: non gli manco al dire tornerà.. Cioè ti stai illudendo o sbaglio? Forse non sbagli ma io non butto la mia speranza, quella ci sarà sempre con me..
•Cosa pensi che farai tu invece? Beh penso di continuare a starmene sulle mie.. Penso di continuare ad aspettare che succeda qualcosa.. Alla fine cosa posso fare di altro? Nulla, non mi da modo di fare altro, di incontrarlo, di parlargli, di chiamarlo, di scrivergli.. Non mi da modo di fare niente e quindi rimane solo la speranza, quella è un’illusione?
•Non so dirti.. Beh nemmeno io so cosa dirti.
•Perché ci tieni così tanto? Sai cosa? Sarò sincero, tutto quello che ho scoperto e che mi ha fatto scoprire lui per me sono tutte nuove emozioni, ed era tutto così bello, davvero. Persino il dolore era bello.
•Cosa ti faceva impazzire di lui? Alla fine il parare degli altri e un abisso difronte al tuo.. Beh, se intendi l’aspetto esteriore, per me lui è la perfezione. Di cosa pensano gli altri a me frega davvero poco. Poi non lo amo di certo per quello, i suoi occhi, quando gli ho guardati mi hanno “fulminato” mi hanno dato quell’imput di guardare dentro, non fermarmi al fuori, non fermarmi hai suoi stupidi comportamenti.. Ho imparato a conoscerlo, a leggere i suoi occhi, a capirlo, a dare una spiegazione a tutto. Ed era facile prima che arrivassimo a questi punti, quando tutto iniziò ad essere più difficile, più confuso, più complicato, ove io non riuscivo a decifrare i suoi gesti.. Mi aveva messo un muro, un muro che non sono riuscito ad abbattere.. A differenza di tutti gli altri questo era forte, resistente.. Sono solo riuscito a togliere giusto due o tre mattonelle, ma non sono bastate per riuscire a capire ed è per questo che forse tutto è così, non ho avuto abbastanza tempo e abbastanza preparazione..

•Ed è quel muro che ti blocca adesso? Il muro è il suo scudo, lo scudo che copre tutto quello che lui non vuole essere. Questa penso sia l’unica cosa che sono riuscito a percepire, potrebbe essere dannatamente sbagliata, non ho abbastanza scavato a fondo per dire questo, però è l’unica cosa su cui ora come ora posso basarmi.
Il muro serviva ad allontanarti? Beh, in parte si, lui si è allontanato da me per due motivi, uno perché più sta lontano da me più riesce a nascondere quello che non vuole essere, ma non potrà farlo per sempre se è davvero così.. Il secondo, non penso ci sia un secondo motivo perché poteva essere “per non farmi del male, per aiutarmi a staccarmi da lui” ma non ha senso perché lo sa bene che non sto bene senza lui.
•Pensare così tanto non ti fa male? Cioè, non ti distrugge di più? Alla fine potrebbero solo essere delle illusioni, ne sei cosciente? Si ne sono cosciente, assolutamente! Beh di certo non mi fa benissimo pensare così tanto è vero però mi aiuta, mi aiuta a pormi domande che prima manco immaginavo e così devo impegnarmi a trovare quelle risposte che in alcuni casi possono risolvere tanti dilemmi.. Così posso pensare a come muovermi in futuro.. E non mi distrugge, sono già distrutto, non c’è più niente da distruggere.

•Come pensi che andrà a finire? Questa è l’unica domanda a cui forse non riuscirò a trovare una risposta; almeno per ora. Il futuro purtroppo non lo prevedo, non so cosa succederà poi, posso solo immaginare, fare ipotesi, pormi domande, trovare risposte, e cercare di capire come fare a muovermi in tutti i casi possibili in modo da non fallire.. Poi il resto verrà da se, ora voglio dirti una cosa che mi disse il mio educatore al sert, che mi seguiva fino alla scorsa settimana, prima di farmi passare ad uno psicologo, “Non farti castelli, non progettare niente, perché succede sempre che ti concentri sempre su cosa hai progettato e va a finire che anche una singola parola potrebbe smontare tutto il progetto e lasciarti li senza sapere che fare, senza forze, perché progettare, toglie energie e in quel momento non avrai abbastanza per girare la situazione. Quindi non progettare sempre perché nella vita nulla sarà mai sotto controllo, lascia che le cose vengano da se, naturali, e sii spensierato e sciolto, sarà tutto più facile da affrontare e avrai maggiori energie.” Devo dire che ha ragione.. Penso che a parte queste riflessioni, domande, pensieri notturni non andrò oltre, ho bisogno di conservare quel briciolo di senno rimasto in me, per poi riuscire ad affrontare cosa mi si poserà difronte al momento idilliaco..

La mia storia praticamente..

goodbyebrowneyesgoodbyemylove:

A volte alle tre di notte capitano cose inaspettate. Come tu che torni, per esempio.

Tumblr Mouse Cursors